Come spazzolare il vostro cane

Accortezze e suggerimenti

Indice:

  1. Benefici della spazzolatura

  2. Frequenza della spazzolatura

  3. Accessori necessari

  4. Spazzolare il cane a pelo corto

  5. Spazzolare il cane a pelo medio

  6. Spazzolare il cane a pelo lungo

  7. Spazzolare il cane con pelo riccio e spesso

  8. Benefici della spazzolatura

  9. Insegnare al cane a farsi spazzolare

  10. Conclusioni

 

Adottare un cane porta una gioia immensa, ma implica anche una grande responsabilità: prendersi cura di lui in ogni aspetto.

Ecco alcuni consigli su come spazzolare il cane correttamente, evitando errori che potrebbero danneggiare il suo manto e la sua pelle.

La spazzolatura è una pratica fondamentale, da eseguire regolarmente per rimuovere il pelo in eccesso e prevenire la formazione di nodi.

Inoltre, la maggior parte dei cani vive questo momento come una piacevole coccola, simile a un massaggio, e apprezza le attenzioni del proprio padrone.

Se il vostro cane non gradisce la spazzolatura, bisognerà avere un po' di pazienza in più, ma non rinunciare a questa importante pratica.

Benefici della spazzolatura

Spazzolare il cane regolarmente aiuta a:

  • Rimuovere il pelo in eccesso
  • Evitare la formazione di nodi
  • Stimolare la circolazione sanguigna
  • Rilevare la presenza di parassiti come pulci e zecche
  • Mantenere pulita e sana la pelle

È importante utilizzare gli accessori e le tecniche giuste in base al tipo di pelo del cane.

Seguire le indicazioni del veterinario, specialmente durante i periodi di muta del pelo in primavera e autunno, è essenziale per mantenere il cane in salute.

Frequenza della spazzolatura

La frequenza della spazzolatura dipende dal tipo di pelo del cane:

  • Cani a pelo lungo: due-tre volte al giorno
  • Cani a pelo medio-lungo: due volte al giorno
  • Cani a pelo medio-corto: una volta al giorno
  • Cani a pelo corto: una volta a settimana
  • Cani nudi: nessuna spazzolatura, ma igiene specifica

Conoscere il tipo di mantello del proprio cane è fondamentale per stabilire la frequenza della spazzolatura.

Alcune razze, come il Barboncino e il Puli, potrebbero avere esigenze particolari a causa del loro pelo riccio o stopposo.

Accessori necessari

Per una corretta spazzolatura del cane, sono necessari:

  • Pettine
  • Cardatore
  • Spazzola con setole in acciaio o morbide

Il pelo del cane serve come protezione in ogni stagione.

Per questo motivo, è importante sapere come e quando tosare il cane senza causare danni.

La muta naturale del pelo aiuta il cane a cambiare mantello in base alle necessità stagionali.

Utilizzare gli strumenti giusti, adeguati alla dimensione e al tipo di pelo del cane, è essenziale per una spazzolatura efficace.

Spazzolare il cane a pelo corto

Per i cani a pelo corto, spazzolare seguendo la direzione del pelo aiuta a rimuovere i nodi.

Successivamente, spazzolare contropelo per rimuovere le cellule morte e stimolare la circolazione sanguigna, completando con un'ultima passata nella direzione del pelo per lasciarlo ordinato.

Spazzolare il cane a pelo medio

La procedura è simile per i cani a pelo medio:

  1. Spazzolare a favore di pelo per rimuovere i nodi
  2. Spazzolare contropelo per eliminare le cellule morte
  3. Pettinare nella direzione del pelo per ordinare il mantello

Utilizzare un pettine con punte arrotondate, in metallo o plastica, aiuta a districare il mantello senza graffiare la pelle.

Un cardatore con setole corte può essere utile per i cani a pelo medio.

Spazzolare il cane a pelo lungo

I cani a pelo lungo necessitano di una spazzola specifica per districare i nodi e mantenere il mantello ordinato.

Se ci sono nodi, utilizzare un pettine e forbici a punta arrotondata.

È consigliabile spazzolare quando il pelo è leggermente umido, applicando un balsamo prima di asciugare bene.

Le setole lunghe sono necessarie per il pelo lungo, mentre per spazzolare contropelo si usano setole più corte.

Spazzolare il cane con pelo riccio e spesso

Per i cani con pelo riccio, come i Barboncini, utilizzare un pettine a denti larghi in metallo per evitare di strappare o danneggiare il pelo.

Eliminare i nodi con forbici e spazzolare contropelo delicatamente per evitare elettricità statica e mantenere i ricci naturali.

Poi, spazzolare nella direzione del pelo con attenzione.

Benefici della spazzolatura

Spazzolare il cane fa molto bene, contribuendo a:

  • Rimuovere nodi e grumi
  • Eliminare polvere, sporcizia e umidità
  • Evitare la dermatite da nodi
  • Aumentare la lucentezza del pelo
  • Massaggiare la pelle e distribuire gli oli naturali
  • Ispezionare manto e cute per parassiti

Se eseguita correttamente, la spazzolatura è anche un momento di relax per il padrone, rafforzando il legame con il cane e creando un'occasione di affetto e sollievo dallo stress.

Insegnare al cane a farsi spazzolare

Per abituare il cane alla spazzolatura:

  • Associare la spazzolatura a momenti di gioco o relax fin da cuccioli
  • Usare accessori adatti
  • Evitare movimenti bruschi
  • Eliminare i nodi con attenzione
  • Carezzare e rassicurare il cane

Insegnare al cane a essere spazzolato richiede tempo e pazienza.

Se si riscontrano difficoltà, rivolgersi a un toelettatore professionista può essere utile per consigli e supporto.

Conclusioni

Sapere come spazzolare il proprio cane è essenziale per il suo benessere.

Con la giusta tecnica e gli strumenti adeguati, questa pratica può diventare un momento di coccole e di rafforzamento del legame con il proprio amico a 4 zampe.